Guardie Zoofile Enpa sequestrano cane a PratoGuardie Zoofile Enpa sequestrano cane a Prato


Prato, 25 maggio 2017 - Era abbandonato in un capannone legato a catena, chiusa con lucchetto al collo.

Un bel cucciolone di 10 mesi di razza rottweiler chiuso all'interno di un capannone dismesso, in via Tessitori a Prato, questa è la segnalazione pervenuta al Nucleo Interprovinciale delle Guardie Zoofile ENPA di Firenze, dal Comando della Polizia Municipale di Prato e dell'Associazione S.O.S. Animali.

Gli Agenti intervenuti a seguito delle due segnalazioni hanno rilevato una situazione di maltrattamento dell'animale: dopo varie peripezie per trovare l'affittuario del capannone, all'apertura del portone d'accesso hanno trovato il cane di razza rottweiler, legato con una grossa catena chiusa con un lucchetto ad un gancio della porta e l'estremità al collo dell'animale anche questa chiusa con un lucchetto. La catena era priva di moschettoni rotanti e di conseguenza si era attorcigliata anche a una zampa posteriore impedendo la normale deambulazione del cane. La stessa catena, lunga tre metri, riducendosi lasciava al cane uno spazio di circa un metro per muoversi, mentre al collo del cane, anche qui chiusa con un lucchetto, gli causava un importante strozzamento.

L'animale, il cui proprietario o comunque detentore è risultato essere un cittadino di nazionalità Cinese, non risultava microcippato né aveva alcun documento sanitario che comprovava il controllo veterinario.

Il sopralluogo consentiva di constatare una detenzione in cattività in forma estrema, in totale isolamento, scarsa aerazione, assenza di finestre, assenza di ogni tipo di contatto esterno necessario per l'equilibrio psico-fisico del cane.

Considerato che il cane era detenuto in condizioni estreme e sicuramente in stato di abbandono, le Guardie Zoofile Enpa procedevano al sequestro del cane e della catena quale mezzo di costrizione. Espletati gli atti di polizia giudiziaria il cane veniva trasportato dall'Ass. S.O.S. Animali presso il Canile Comunale di Prato, per i controlli veterinari sulla salute dell'animale.

Al cittadino di nazionalità Cinese sono stati contestati tre verbali di violazione amministrativa al Regolamento sulla tutela animali del Comune di Prato e alla L.R.T. n. 59/09, ed è stato deferito alla competente Autorità Giudiziaria per la violazione all'art. 727 del Codice Penale.

Ancora una volta si evidenzia che nell'ambito della comunità Cinese gli animali sono usati come oggetti al solo scopo di servirsene come guardia alle loro proprietà, con evidente scarsa informazione sulla detenzione degli animali potenzialmente pericolosi (molossoidi) se detenuti nelle condizioni sopra indicate.







    GUARDIE ZOOFILEuploadImgs/logo_guardie.png


    animali_smarriti.png

    abuso_animali.png

    perso.png

    uploadImgs/area_riservata_mini.jpg

    Login utente


    enpa_140.png

    uploadImgs/enpafi_fb_ok.jpg

    veterinario.png


    anagrafe_animali.png

    Link amici

    geapress.jpg

    uploadImgs/logo_voceanimale.png
    italian horse protection

    parco animali ugnano

    aae conigli

     

    Powered by: MR GINO